Menu
RSS

seleziona lingua

es

en

it

fr

San Nicola di Bari - Vescovo di Mira Destacado

San Nicola di Bari - Vescovo di Mira

Sai chi era San Nicola?

La sua festa si celebra il 6 dicembre

La devozione a San Nicola è un evento straordinario in estensione e intensità. Migliaia di chiese sono sotto la sua protezione in tutto il mondo. I bambini di molti Paesi aspettano da lui i giocattoli.

Vescovo di Mira

San Nicola fu vescovo della città di Mira in Licia, in Asia Minore (corrispondente alla località turca chiamata attualmente Dembre), nel secolo IV, e le sue reliquie sono venerate a Bari (Italia). Molto pochi sono i dati che si conoscono della vita di questo santo, poiché non esistono testimonianze autentiche contemporanee. Le sue biografie più antiche sono di alcuni secoli posteriori all'epoca nella quale si crede che sia vissuto. Si considera che nacque a Patara (Asia Minore) intorno all'anno 270, e che morì il giorno 6 dicembre di un anno tra il 345 e il 352.

Il poco che si conosce della figura di San Nicola contrasta fortemente con l'universalità della sua fama e del suo culto, con la popolarità di cui gode in Oriente e Occidente, anche ora nei tempi moderni, e con l'abbondanza di leggende create intorno a lui. Fu tanto popolare nell'antichità, che gli sono state consacrate nel mondo più di duemila templi. Era ed è invocato nei pericoli, nei naufragi, negli incendi e quando la situazione economica si faceva difficile, e la gente conseguiva per sua intercessione favori ammirevoli.

Esistono molte opere che parlano della vita del santo. Tra esse spicca una raccolta di San Metodio, arcivescovo di Costantinopoli, che offre un riassunto di tutte le pie e meravigliose storie che si raccontavano di lui.

Secondo queste storie, già dalla nascita di Nicola i prodigi si susseguono uno dopo l'altro. Fin da bambino si caratterizzò, perché tutto quello che conseguiva lo spartiva tra i poveri. Diceva ai suoi genitori "sarebbe un peccato non distribuire molto, dal momento che Dio ci ha dato così tanto". La generosità è una virtù che sempre si è associata a questo santo.

Fu ordinato sacerdote da un vescovo zio suo. Alla morte dei suoi genitori che si prendevano cura dei malati di una epidemia, fu erede di una fortuna immensa. Allora distribuì le sue ricchezze tra i poveri e andò in un monastero. Dopo aver visitato la Terra Santa arrivò alla città di Mira (Turchia) dove fu eletto vescovo. La sua elezione fu considerata un disegno divino.

Dipingono con lui anche una giovane, perché si dice che nella sua città c'era un anziano molto povero con tre figlie alle quali non riusciva sposarsi a causa della loro estrema povertà; il santo, per tre giorni consecutivi, ogni notte lanciò dalla finestra una borsa di monete d'oro, e così l'anziano riuscì a sposarle.

Un'altra storia racconta che alcuni marinai erano in mezzo a una terribilíssima tempesta in alto mare; iniziarono a dire: "Oh Dio, per le preghiere del nostro buon vescovo Nicola, salvaci." E in quel momento videro apparire sulla barca San Nicola, il quale benedì il mare, che si calmò, e poi scomparve. Per questo è considerato anche patrono dei marinai.

In un'altra occasione andavano a condannare ingiustamente tre amici suoi che erano molto lontani. Essi pregarono chiedendo a Dio che per l'intercessione di Nicola, loro vescovo, li proteggesse, e in quella notte in sogno il santo apparve al giudice e gli disse che non poteva condannare questi tre innocenti; così il giorno dopo furono assolti.

Quando l'imperatore Licinio decretò una persecuzione contro i cristiani Nicola fu imprigionato e picchiato, ma seguì approfittando di ogni occasione che gli si presentava per parlare del cristianesimo a coloro che si occupavano di lui. Lottò contro l'idolatria, e convertì ebrei e arabi. Una volta morto, il potere miracoloso del santo seguì assistendo tutti coloro che lo invocano.

A Roma già nell'anno 550 gli avevano costruito un tempio in suo onore. Nel 1087, le reliquie di San Nicola furono trasportate a Bari, secondo la tradizione - sostenuta da un documento de secolo XII - Quando i musulmani invasero la Turchia, un gruppo di cattolici tolse da lì in segreto le reliquie del santo e le portarono nella città di Bari, in Italia. Lì si ottennero tanti meravigliosi miracoli per intercessione del santo, e il suo culto divenne estremamente popolare in tutta Europa.

Nel 1089 lo stesso papa Urbano II consacrò la cripta dove sono venerate le spoglie del santo. È Patrono di Russia, di Grecia e di Turchia, e numerose chiese gli sono state dedicate. In Oriente si chiama San Nicola di Mira, per la città dove fu vescovo, ma in Occidente è chiamato San Nicola di Bari. Ancora oggi è considerato in molte parti come patrono dei bambini e dei marinai.

Origine della figura di Babbo Natale

La sua festa si celebra il 6 dicembre. Per essere stato tanto amico dei bambini e tanto generoso, in alcuni paesi europei si dividevano in questo giorno dolci e regali ai bambini, e praticamente in questa data si iniziavano i festeggiamenti di dicembre mettendo in relazione così il Santo con le feste natalizie.

Durante i secoli XVII e XVIII concordano negli Stati Uniti immigrati provenienti da culture diverse, come quella inglese, olandese e tedesca: la tradizione cattolica di olandesi e tedeschi, che aveva devozione a San Nicola si mescolò con quella di "Father Christmas” (il padre del Natale) che era la figura tipica delle feste natalizie in Inghilterra.

Come derivazione del nome del santo in tedesco (San Nikolaus) lo iniziarono a chiamare Santa Claus (Babbo Natale), e fu reso popolare nella decade degli anni 1820 - attraverso un famoso poema negli Stati Uniti del poeta Clement Clark Moore - come un amichevole, paffuto vecchio con barba bianca, che egli chiama "St. Nick", che la notte di Natale passava di casa in casa distribuendo regali e dolci ai bambini su una slitta volante trainata da renne.

La marca di bibite Coca-Cola, utilizzando il personaggio come parte della sua campagna commerciale a Natale, cambiò la sua pelliccia in un abito rosso e bianco, dando vita al personaggio di Babbo Natale tale come lo conosciamo ora, chiamato anche Papá Noel e naturalmente - ricordando la sua origine - San Nicola.

 

Comentarios en Facebook

comentario(s)

Deja un comentario

Asegúrate de llenar la información requerida marcada con (*). No está permitido el Código HTML. Tu dirección de correo NO será publicada.
Como medida para evitar el spam, tu comentario será revisado antes de ser publicado.

volver arriba

Mapa del Sitio

Categorías

Nube de Tags

I Primi Cristiani

Seguici