Menu
RSS

seleziona lingua

es

en

it

fr

L'IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA VERGINE MARIA

L'IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA VERGINE MARIA

 

L'IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA VERGINE MARIA

La Costituzione Ineffabilis Deus dell'8 dicembre 1854, Pio IX pronunciò e definì che la Santissima Vergine Maria "nel primo istante della sua concezione, per singolare privilegio e grazia concessi da Dio, in vista dei meriti di Gesù Cristo, il Salvatore del genere umano, fu preservata da ogni macchia di peccato originale". In questa maniera proclamava come dogma di fede in forma definitiva quello che la tradizione popolare aveva sostenuto fin dall'inizi della Chiesa.

 

 

 

Le origini della Festa

 

1. LA SACRA SCRITTURA

Nella Sacra Scrittura troviamo alcuni riferimenti (anche non diretti) alla Vergine. Il primo passaggio della Scrittura che contiene la promessa della redenzione, menziona anche la Madre del Redentore: "Io porrò inimicizia tra te e la donna e la sua stirpe; essa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno" (Genesi 3:15) .

D'altra parte, nel Vangelo di San Luca, il saluto dell'angelo Gabriele (cfr Lc 1,28) "Ti saluto, o piena di grazia", "chaire kecharitomene", indica una lode all'abbondanza di grazia, uno stato soprannaturale dell'anima gradita a Dio, che trova spiegazione solo nell'Immacolata Concezione di Maria. Anche si sono visti riferimenti alla Vergine Maria nel libro dei Proverbi, nell'Ecclesiaste e nel Cantico dei Cantici (cfr Cant 4:7).

 

2. I PADRI DELLA CHIESA

Per quanto riguarda l'assenza di peccato in Maria, gli antichi Padri sono molto cauti, anche se insistono su due punti soprattutto: l'assoluta purezza di Maria e la sua posizione come seconda Eva (cfr 1 Cor 15:22). Questa celebrata comparazione tra Eva, per qualche tempo immacolata e incorrotta - non soggetta al peccato originale - e la Santissima Vergine, è sviluppata da numerosi Padri della Chiesa: S. Giustino, S. Ireneo di Lione, Tertulliano, S.Cirillo di Gerusalemme e Sedulio tra altri.

Gli scritti patristici sull'assoluta purezza di Maria sono molto abbondanti: Origene la chiama "degna di Dio, immacolata dell'immacolato, la più completa santità, perfetta giustizia, non ingannata dalla persuasione del serpente, non infettata con il suo alito velenoso". Sant'Ambrogio dice che "è incorrotta, una vergine immune per grazia da ogni macchia di peccato". S. Agostino dichiara che tutti i giusti hanno conosciuto veramente il peccato, "eccetto la Santa Vergine Maria, che, per l'onore del Signore, non porrei in questione nulla in quanto concerne al peccato".

I Padri siriani non si stancavano mai di esaltare l'impeccabilità di Maria. S.Efrem descrive l'eccellenza della grazia e santità di Maria: "La Santissima Signora, Madre di Dio, l'unica pura in anima e corpo, l'unica che supera tutta la perfezione di purezza, unica dimora di tutte le grazie del più Santo Spirito [ ..], mia Signora santissima, purissima, senza corruzione, la solamente immacolata".

 

3. L'ORIGINE DELLA FESTA

L'antica festa della Concezione di Maria (Concezione di Sant'Anna), che ebbe la sua origine nei monasteri della Palestina, alla fine del settimo secolo e la moderna festa dell'Immacolata Concezione non sono identiche nella sua origine, anche se la festa della Concezione di Sant'Anna si convertì con il trascorrere del tempoin quella dell'Immacolata Concezione.

Per determinare l'origine di questa festa dobbiamo tenere in conto i documenti genuini che possediamo. Il più antico è il canone della festa, composto da S. Andrea di Creta, che scrisse il suo inno liturgico nella seconda metà del settimo secolo. Nella Chiesa Orientale la solennità emerse da comunità monastiche, entrò nelle cattedrali, fu glorificata da predicatori e poeti, ed eventualmente fu fissata come festa nel calendario di Basilio II, con l'approvazione della Chiesa e dello Stato.

Nella Chiesa Occidentale la festa appare quando nell'Oriente il suo sviluppo si era fermato. Il timido inizio della nuova festa in alcuni monasteri anglosassoni nell' XI secolo, in parte soffocata dalla conquista dei normanni, venne seguita dalla sua ricezione in alcune assemblee e diocesi del clero anglo-normanno. La definitiva e attendibile conoscenza della festa in Occidente venne dall'Inghilterra; si trova nel calendario di Old Minster, Winchester, datato intorno all'anno 1030, e in un altro calendario di New Minster, Winchester, scritto tra il 1035 e il 1056. Ciò dimostra che la festa era riconosciuta dall'autorità e osservata dai monaci sassoni con considerevole solennità.

Dopo l'invasione normanna nel 1066, il recente arrivato clero normanno abolì la festa in alcuni monasteri d'Inghilterra dove era stato stabilito dai monaci anglo-sassoni. Però verso la fine del XI secolo, grazie agli sforzi di Anselmo il Giovane, fu ripresa in numerose istituzioni anglo-normanne. Durante il Medioevo la festa della Concezione di Maria fu comunemente chiamata la "Festa della nazione normanna", la quale manifesta che era celebrata in Normandia con grande splendore e che si estese per tutta l'Europa Occidentale.

Per un decreto del 28 febbraio del 1476, Sisto IV adottò definitivamente, la festa per tutta la Chiesa Latina e concesse un'indulgenza a tutti coloro che avrebbero assistito agli Uffici Divini della solennità. Per porre fine a qualsiasi ulteriore ruminazione, Alessandro VII promulgò l'8 dicembre 1661 la famosa costituzione "Sollicitudo omnium Ecclesiarum", nella quale dichiarò che l'immunità di Maria dal peccato originale fin nel primo momento della creazione della sua anima e la sua infusione nel corpo erano oggetto di fede.

Dal tempo di Alessandro VII, fino a prima della definizione finale, non vi fu dubbi da parte dei teologi che il privilegio era tra le verità rivelate da Dio. Finalmente Pio IX, circondato da una splendida moltitudine di cardinali e vescovi, promulgò il dogma l'8 dicembre del 1854.

Fonte: Frederick G. Holweck

 

Comentarios en Facebook

comentario(s)

Deja un comentario

Asegúrate de llenar la información requerida marcada con (*). No está permitido el Código HTML. Tu dirección de correo NO será publicada.
Como medida para evitar el spam, tu comentario será revisado antes de ser publicado.

volver arriba

Mapa del Sitio

Categorías

Nube de Tags

I Primi Cristiani

Seguici